La Misericordia del Borgo ricorda Beato Aniceto Koplin

BORGO A MOZZANO - Venerdì 31 gennaio  si è concluso il ricco programma di eventi che la Misericordia di Borgo a Mozzano ha organizzato per celebrare il “Giorno della Memoria”, unitamente al  “Centro di cultura e spiritualità francescano”

-

L’iniziativa, quest’anno, ha voluto ricordare la figura di un religioso cattolico, tra le vittime dell’Olocausto, il Beato Aniceto Koplin, frate cappuccino, morto nel lager di Auschwitz il 16 ottobre 1941. L’evento conclusivo si è svolto in una Sala delle Feste con una bella cornice di pubblico ed è stato aperto dal saluto del Governatore Gabriele Brunini e del sindaco Patrizio Andreuccetti.

E’ intervenuto poi Padre Giampaolo Salotti dell’Ordine Francescano dei Cappuccini di Lucca che ha dato il via alla serata  dichiarandosi sorpreso per la scelta della misericordia.

La figura del Beato Aniceto Koplin è stata tracciata da Tomas Matraia; al suo intervento sono seguiti gli stacchi musicali della banda musicale Merciful Band della Misericordia e dei ragazzi della Scuola Civica di Musica “Salotti”  in collaborazione  con la pianista Felicity Lucchesi.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.