Imposta di soggiorno, il via a giugno

FORTE DEI MARMI - L’imposta di soggiorno a Forte dei Marmi diventa realtà. Il consiglio comunale ne ha approvato l’istituzione ad un anno e mezzo dal primo tavolo di confronto con le categorie.

-

L’imposta di soggiorno a Forte dei Marmi diventa realtà. Il consiglio comunale ne ha approvato l’istituzione ad un anno e mezzo dal primo tavolo di confronto con le categorie. L’applicazione dell’imposta partirà a giugno di quest’anno. Rimangono quasi invariate le tariffe ufficializzate alcune settimane fa che andranno da 1 a 4 euro in base al tipo di struttura: 4 euro per gli alberghi a 5 stelle, 2,50 per i 4 stelle, 1,50 per i tre stelle, 1 per i due stelle, 2 invece per le case vacanza e 1,50 per le altre strutture ricettive.

Il confronto con le categorie – spiega il sindaco Bruno Murzi – ha portato alla decisione di contenere le tariffe e limitare il periodo dell’applicazione dell’imposta (dal 1 giugno al 15 settembre), ma anchye il numero dei giorni di applicazione (fino a 5 giorni di pernottamento contro i 7 in media applicati anche in zone limitrofe), oltre ad ampliare le esenzioni previste anche dagli altri comuni, estendendo ad esempio la gratuità ai minori fino ai 15 anni di età”.“ sono certo – dice il primo cittadino – che l’imposta non potrà in alcun modo essere un deterrente per i flussi turistici, in quanto le tariffe, incidono scarsamente sul costo del servizio alberghiero. Al contrario l’applicazione della stessa ci permetterà di destinare il suo introito a finanziare gli interventi, presenti nel bilancio di previsione del Comune, in materia di turismo, compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, la manutenzione, la fruizione e il recupero dei beni culturali ed ambientali, nonché i servizi pubblici locali”.

“L’introduzione dell’imposta secondo l’amministrazione comunale sarà uno strumento valido per censire e verificare l’esistenza di strutture ricettive concorrenti a quelle alberghiere, sempre più presenti nel mercato turistico italiano. Per facilitare gli adempimenti amministrativi – precisa il sindaco – il regolamento prevede un unico pagamento annuale al 30 settembre”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.