Rifondazione Comunista sollecita la protesta di piazza

LUCCA - Ritornare alla protesta in piazza per rivendicare i diritti di lavoratori e pensionati, prendendo esempio dalle recenti proteste in Francia, che hanno costretto il governo Macron a fare decisi passi indietro

-

E’ questo il richiamo che vuole fare il partito di Rifondazione Comunista, che in contemporanea in tutti i circoli del territorio nazionale, ha indetto una conferenza stampa per sottolineare come il cambiamento sia possibile, se supportato da proteste evidenti e, sopratutto pacifiche e durature. E l’esempio portato è stato proprio quello dei fatti francesi, anche se ovviamente sono state prese le dovute distanze dagli scontri e le violenze che si sono verificate in alcuni casi. I punti caldi su cui Rifondazione mette l’accento sono quelli delle pensioni, con la richiesta di abolizione della legge Fornero, ma anche il ripristino dell’articolo 18 o l’introduzione del salario minimo di nove euro l’ora.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.