Spaccio di coca ed hashish, blitz della polizia nei boschi di Mutigliano

LUCCA - Spacciavano cocaina ed hashish nei boschi di Mutigliano, arrivando ad incassare circa tremila euro al giorno. La Questura di Lucca, dopo mesi di indagini, ha arrestato tre persone di origine marocchina.

-

Si tratta di Aziz Jarmouni, 40 anni, titolare di permesso di soggiorno, e di Rachid Jarmouni  35 anni ed Hakim Bouchaib, 44 anni, irregolari sul territorio nazionale. I tre erano soliti alternarsi nella zona dello spaccio, lungo via delle Foreste, tra la fitta vegetazione, dove incontravano i clienti che acquistavano lo stupefacente. Centinaia le cessioni documentate nel corso dell’indagine, proseguita da giugno a dicembre dell’anno scorso.

Il blitz è scattato nelle ultime ore, dopo il via libera del sostituto Enrico Corucci, con il supporto delle unità cinofile arrivate da Firenze.

Oltre ad aver catturato i tre, la polizia ha denunciato una donna, sempre marocchina, che accompagnava quotidianamente in auto gli spacciatori a Mutigliano  intorno alle 11 di mattina per tornare a riprenderli in tarda serata.

Nel corso della perquisizione dell’abitazione dei tre marocchini, a Sant’Alessio, sono stati rinvenuti e sequestrati circa duemila euro, mentre addosso ad Aziz Jarmouni, al momento dell’arresto, è stata trovata una busta contenente la somma di mille euro: presumibilmente l’uomo si stava recando presso un centro autorizzato per il versamento ed il successivo trasferimento di denaro all’estero.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.