A Dido speciale coronavirus; grande attenzione ma senza panico

LUCCA - E' andata in onda venerdì sera su noi tv un'altra puntata speciale di "Dido" dedicata all'emergenza coronavirus. Ospiti dei nostri studi il presidente della Provincia Luca Menesini e il dottor Alberto Tomasi. Fare attenzione a tutte le indicazioni giunte dal Governo senza però cadere nel panico.

-

 

Prendere quanto sta accadendo con assoluta serietà ed attenzione ma nel contempo evitare di farsi prendere dal panico e dalla paura che in questo momento sarebbero i nemici peggiori. Il coronavirus è stato al centro della puntata speciale di “Dido” che noitv ha voluto dedicare per la seconda settimana consecutiva a quella che è un’autentica emergenza nazionale e mondiale. Un’ora abbondante di diretta (tradotta anche nella lingua dei sordomuti) condotta con la solita professionalità dal collega Egidio Conca e che si è avvalsa della preziosa presenza in studio del presidente della Provincia Luca Menesini e del dottor Alberto Tomasi ex-direttore del del dipartimento di prevenzione della Asl. Ne è sortita una serata interessante e e prodiga di suggerimenti anche per tutti i nostri telespettatori  che hanno mandato tanti messaggi. Nel corso del programma è intervenuto telefonicamente Andrea Nicolini, direttore della Centrale Operativa 118 Alta Toscana e via Skype anche il nostro direttore Giulio Del Fiorentino. Menesini ha ribadito che la situazione non va sottovalutata ma che a livello provinciale, nonostante vi siano ormai diversi casi accertati e persone in quarantena a casa, il quadro generale rimane sotto controllo. Tutti quanti, ha aggiunto il numero uno di Palazzo Ducale, devono rispettare le direttive del Decreto Governativo perchè è il modo migliore per evitare il contagio e il diffondersi di ulteriori casi. Menesini ha poi smentito alcune voci allarmistiche e prive di fondamento che non fanno altro che aumentare la psicosi generale. Il dottor Tomasi ha sottolineato alcuni concetti-chiave legati al contagio tipo la distanza di un metro dalle altre persone mentre le mascherine protettive salvo certi casi sono inutili e che il coronavirus ha ancora dei lati oscuri ma si spera possa attenuarsi e scemare con l’arrivo della stagione calda. Difficile invece capire se può esservi una recidività per chi lo ha già avuto. Dido è divenuto per una sera più che mai un informatore per chi ci segue da casa, un servizio utile per dire alla gente che bisognerà vivere un periodo strano ma che fiducia e attenzione nei nostri atteggiamenti potranno aiutarci a venirne fuori.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.