Addio a Ivan J. Houston, il sergente americano che liberò Lucca dai tedeschi

LUCCA - Se n'è andato uno dei più importanti artefici della Liberazione di Lucca dall'occupazione tedesca. All'età di 94 anni si è spento a Los Angeles Ivan John Houston.

-

Fu sergente della 92esima Divisione Buffalo, l’unica divisione dell’esercito statunitense composta da soldati afroamericani, che combattè sul nostro territorio dal 1943 al 1945, liberando non solo la città delle mura ma anche Pisa, Viareggio, Barga e Massa.

Houston ha sempre mantenuto un legame speciale con Lucca, dove è tornato più volte nel corso degli anni. Nella sua ultima visita, lo scorso settembre, il sindaco Tambellini lo volle accanto a sé nell’ultima tratto della processione di Santa Croce.

Settantacinque anni prima quando, entrò in Cattedrale, nella Lucca appena liberata, Houston, soldato di colore, era rimasto colpito dalla visione del Cristo nero, il Volto Santo.

Quasi un segno del destino, visto che lui ed i suoi commilitoni erano stati spediti a combattere in Europa da una patria, gli Stati Uniti, in cui era ancora in vigore la segregazione razziale.

Il sergente ha scritto anche un libro per ricordare le gesta della divisione Buffalo in Italia, dal titolo Black Warriors. I Buffalo Soldiers e la liberazione dell’Italia lungo la Linea Gotica .

Messaggi di cordoglio sono arrivati da amministratori e rappresentanti politici, tra cui il sindaco di Lucca Tambellini e quello di Altopascio D’Ambrosio. Lo scorso settembre Houston venne invitato nella città del Tau proprio per celebrare l’anniversario della Liberazione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.