Bambina di due anni di Lucca positiva; primo caso in Garfagnana

LUCCA - Cinque nuovi casi di coronavirus in un giorno in provincia di Lucca. Il bollettino ufficiale della Asl Toscana Nord Ovest porta il totale dei contagiati a 36 persone.

-

Tra i nuovi risultati positivi c’è una bambina di appena due anni, di Lucca, ricoverata in ospedale al San Luca. Sempre all’ospedale lucchese si trova un uomo di 54 anni, di Lucca e un 68enne di Capannori. In Versilia si registra un nuovo caso positivo: è un uomo di 63 anni di Camaiore, sta bene ed è a casa.

A Castelnuovo invece c’è stato il primo caso di contagio della Garfagnana: si tratta di un uomo di 72 anni, anche lui ricoverato al San Luca. La notizia ha rapidamente fatto il giro della Valle: il sindaco Andrea Tagliasacchi è intervenuto per dare indicazioni ai cittadini.

I contatti stretti delle persone risultate positive al test sono già stati presi in carico dagli operatori di Igiene e sanità pubblica. Sono in corso di verifica eventuali altri contatti. Il bilancio al momento dunque è di 20 casi in Lucchesia, 15 in Versilia (di cui un solo ricovero in ospedale, a Livorno) e uno in Garfagnana. In Toscana i contagiati dall’inizio dell’emergenza salgono a 208, comprese tre persone clinicamente guarite, un deceduto e un paziente definitivamente guarito.

I posti in terapia intensiva, ha ricordato oggi il Presidente Enrico Rossi, sono 447. “Per coloro che non hanno necessità della terapia intensiva, ma non possono neanche essere assistiti a domicilio, creeremo una sorta di reparti “bolla”, asettici, sigillati al Coronavirus. In una ventina di ospedali che abbiamo già individuato, saranno a disposizione 2.000-3.000 posti letto per adeguare la cura al livello dei bisogni. Inoltre abbiamo deciso di fare il tampone a tutti coloro che verranno in ospedale. E infine Rossi ha annuncito , creeremo degli “alberghi sanitari”, per le persone che non possono stare in isolamento a casa, con personale dedicato”.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.