Chiuse spiagge e Passeggiata: firmata l’ordinanza a Viareggio

VIAREGGIO - Vietato andare in spiaggia e vietato camminare in Passeggiata o sui viali a mare. E' un provvedimento estremo, mai visto, quello adottato in mattinata dal sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro per impedire che i luoghi simbolo della città possano attrarre persone durante i finesettimana.

- 1

Come anticipato venerdì sera su Noi Tv, il primo cittadino ha firmato l’ordinanza che impone il divieto di accesso a tutto l’arenile, dal confine con Camaiore al confine con Vecchiano, e il divieto di accesso ai pedoni a tutto il lungomare.L’ordinanza è valida per tutti i prossimi due weekend  (14,15,21,22)  e per il 25 marzo (festa del Patrono Ss. Annunziata) e vieta l’accesso ai pedoni a tutta la Passeggiata, la Terrazza della Repubblica, il lungomolo, l’area turistica del porto e le Marine di Levante e di Torre del Lago. Sono esclusi dal divieto soltanto i residenti (chi abita nelle strade interessate, ovvero sul lungomare e zone interessate dall’ordinanza) e coloro che dimostrino comprovate esigenze lavorative, stati di necessità e motivi di salute.

Leggi l’ordinanza:

Ord.45DivietoAccessoArenile

Il divieto arriva dopo la stretta sui controlli della polizia municipale che in questi giorni ha fermato automobili ma anche pedoni che, in barba al decreto, passeggiavano tranquillamente per le strade di Viareggio. Chi viene sorpreso in giro senza giusta causa rischio un’ammenda fino a 206 euro e l’arresto fino a tre mesi.

Anche negli altri Comuni della Versilia sarà tolleranza zero nel weekend. A Lido di Camaiore, Marina di Pietrasanta e Forte dei Marmi sono stati intesificati i controlli in spiaggia della Polizia Municipale. Controlli serrati anche sulla circolazione e sulle motivazione degli spostamenti. Il timore che domenica ci sia un incremento ingiustificato dell’affluenza c’è. I sindaci della Versilia in una nota congiunta invitano tutti a non venire sul territorio e ai residenti a stare in casa. Saranno monitorate ancora più attentamente le uscite dai caselli autostradali per controllare che chi arriva in Versilia abbia seri ed inderogabili motivazioni.

Commenti

1


  1. Provvedimento giustissimo e tempestivo, siamo i soliti italiani menefreghisti, insensibili alle leggi ed incuranti del prossimo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.