Chiusura Mura e parchi prorogata

LUCCA - Alla mezzanotte del 25 marzo scade l’ordinanza urgente del sindaco, adottata sabato 14 marzo, per la chiusura della passeggiata delle Mura urbane.

- 2

L’amministrazione comunale ricorda che il provvedimento è stato superato dall’ordinanza dei ministeri della Salute e dell’Interno del 20 marzo scorso, i cui effetti sono stati rinnovati con decreto legge del Presidente del Consiglio dei Ministri che di fatto proroga la chiusura di parchi, ville, aree pubbliche e giardini pubblici. Pertanto le Mura di Lucca, Parco fluviale e tutti i parchi e giardini urbani e le aree gioco resteranno chiusi al pubblico anche se non transennati con la sola possibilità di utilizzare la viabilità veicolare o ciclopedonale che le attraversa, rispettando comunque tutte le norme adottate per la limitazione dello spostamento delle persone ai fini del contenimento dell’epidemia da Covid-19.

 

Commenti

2


  1. La situazione è si drammatica, ma sinceramente evitare che una persona faccia una passeggiata non possa che far bene,,,, l’ esempio CINESE, può andare bene in Lombardia ,dove la densità di popolazione è alta… Se si conteggia tutta la popolazione che è nella Piana di Lucca, credo che non si arrivi a 50 mila unità…. SIGNORI e SIGNORE , in CINA nei kilometri quadrati della piana di Lucca,,,, ci vivono qualche Milione di abitanti , con assurde condizioni igieniche e altro..
    Quindi sinceramente questa situazione di ARRESTI DOMICILIARI a Lucca , lo vedo assolutamente assurda e fuori logica….


  2. Se potesse farsi un giretto in ospedale, sopratutto in terapia intensiva, forse cambierebbe idea. Cosi come se avesse un amico o un parente (e non glielo auguro, sia chiaro) lì ricoverato, che magari aveva fatto “solo un giretto”…
    Ancora la gente non si rende conto…600 morti di media al giorno. Si di più in Lombardia ma NON ci dobbiamo arrivare alla Lombardia. Perché come lo vorrebbe fare lei il giretto lo vorrebbero fare in tanti ed ecco la folla…ragioniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.