Del Ghingaro – Pd, trattativa aperta

VIAREGGIO - Si muove lo scacchiere delle alleanze nel centrosinistra in vista delle amministrative di primavera. Il pd toscano ha accolto l’appello all’unità lanciato da Giorgio del Ghingaro scombinando di fatto le carte all’interno del partito che, a Viareggio, sostiene l’ex dirigente di Confindustria Toscana Sandro Bonaceto.

-

A intervenire è Marco Simiani della segreteria regionale del Pd: “Prendiamo atto – dice – della proposta avanzata dal sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro, finalizzata ad aprire rapidamente nella città una fase di confronto per costruire un’alleanza che tragga ispirazione da quella che il centrosinistra ha formato per la Regione Toscana. Ne condividiamo i principi ispiratori e siamo disponibili come Pd regionale a verificarne la fattibilità.  Il momento che stiamo vivendo, con un attacco della destra ai nostri valori costituzionali ed etici e le difficoltà economiche che investiranno la Toscana e la Versilia, richiedono disponibilità al confronto  per essere all’altezza dei bisogni e delle richieste dei cittadini. “Siamo disponibili – conclude – ad incontrarci già domani, insieme al Pd viareggino e della Versilia, per concretizzare le proposte”.

In serata è arriva anche la risposta, ben più fredda, da parte del Pd di Viareggio che aveva presentato Bonaceto contro il sindaco uscente:  “A Viareggio da molti mesi, in linea con quanto avviene in Toscana a sostegno di Eugenio Giani – si legge in una nota dell’intera coalizione che sostiene la candidatura di Sandro Bonaceto – si è lavorato, con successo, alla costruzione di una coalizione incentrata sui valori della carta costituzionale, democratica e alternativa alle forze politiche di matrice sovranista. Siamo stati aperti ai percorsi del civismo tanto da indicare come candidato sindaco, una figura autorevole come Sandro Bonaceto. Oggi leggiamo con interesse l’appello di Giorgio Del Ghingaro alle forze di centro sinistra, progressiste e civiche, nessuna esclusa. Il nostro atteggiamento, naturalmente, è di apertura al confronto e al dialogo.Evidentemente serviva l’appello di Sandro Bonaceto, lanciato da un luogo simbolo dell’antifascismo viareggino, per far ravvedere chi, con le sue liste ed i suoi alleati sembrava oramai sospinto verso altri lidi.

Per questo saremo ben lieti di confrontarci con Giorgio Del Ghingaro e con chi insieme a lui pare deciso a venire nella casa del centrosinistra. Il tempo è poco ed i temi sul tavolo sono tanti, ma non ci sono limiti per le persone di buona volontà”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.