Furti in casa a Lucca e in Veneto, sequestro beni per 260mila euro nel Padovano

LUCCA - Operazione dei carabinieri che hanno indagato sei persone e sequestrato beni immobili a un gruppo di persone di etnia Sinti residenti in Veneto e accusate di furti in abitazione nelle province di Lucca, Vicenza, Venezia, Padova e Rovigo.

-

I carabinieri della compagnia di Este e di Santa Margherita d’Adige, hanno sequestrato beni mobili, immobili e rapporti bancari a sei persone (cinque residenti a Borgo Veneto e una a Este, di cui tre in carcere e una agli arresti domiciliari) per un valore complessivo di 260 mila euro. Il sequestro, disposto dalla procura, riguarda un’unità immobiliare, le quote sociali di una rivendita di auto con sede e 4 autovetture della stessa società, oltre ai rapporti bancari e postali intestati ai 6 indagati. Le persone colpite dal provvedimento appartengono a un gruppo di etnia sinti accusato di aver messo a segno, tra aprile 2018 e febbraio 2019, almeno 18 furti in abitazione nelle province di Padova, Rovigo, Venezia, Vicenza e Lucca, per un danno complessivo di circa 170 mila euro

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.