GP Alpi Apuane vince il nono titolo regionale e sbanca tra gli juniores

ATLETICA - La società del presidente Graziano Poli ribadisce il proprio dominio a livello regionale conquistando ad Empoli il nono titolo consecutivo. Ancora una volta la compattezza degli atleti biancoverdi (5 nei primi 7) ha fatto la differenza. Ottimo secondo posto di Omar Bouamer in costante crescita.

-

 

Oltre alla piazza d’onore di Bouamer da evidenziare anche il terzo posto di Alessio Terrasi, il quarto di Paolo Turroni, il sesto di Giorgio Scialabba ed il settimo di Carlo Pogliani. Da notare che la corsa, valida anche come Campionato Toscano individuale, è stata vinta dal ruandese Siragi Rubayita (Atl.Castello), con Omar Bouamer (GP Parco Alpi Apuane) come dicevamo al secondo posto, che ha così conquistato la medaglia d’oro e la maglia di campione regionale. Al 3° posto l’ugandese Simon Rugut Kipngetich (Toscana Atletica) e subito dopo altri due apuani: Alessio Terrasi, che ha così vinto la medaglia d’argento e Paolo Turroni, medaglia di bronzo, a dipingere il podio interamente di biancoverde. Per quanto riguarda la classifica a squadre, alle spalle del GP Alpi Apuane si sono piazzate l’Atletica Castello e il GS Orecchiella Garfagnana. Dominio assoluto anche nella categoria Juniores con Francesco Guerra che ha vinto davanti ai compagni di squadra Ivan Antibo e Gioele Alari per un podio anche in questo caso tutto…biancoverde. E’ il primo titolo tra gli juniores a conferma della bontà delle scelte del presidentissimo Poli e dei suoi collaboratori e che riempie d’orgoglio e soddisfazione tutta la società apuana. Da adesso, lo sguardo si sposta verso il Campionato Italiano che si disputerà fra due settimane a Campi Bisenzio dove la società lucchese proverà raggiungere o addirittura migliorare il quarto posto del 2017.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.