La Regione taglia le attività chirurgiche e punta a 100 posti letto di terapia intensiva

FIRENZE - La Regione assume nuove misure d'emergenza in previsione di un prevedibile aumento dei contagi da Coronavirus. Le novità sono state annunciate dal presidente Enrico Rossi.

-

La prima è lo stop dell’accesso agli ospedali per chi manifesta sintomi riconducibili al Coronavirus. La misura viene adottata per evitare che una persona positiva al virus entri in contatto in ospedale con pazienti e personale, provocandone la messa in quarantena e mettendo in difficoltà l’intero sistema.

Inoltre, l’attività medico chirurgica negli ospedali toscani viene ridotta al 25%,  con l’effettuazione delle sole prestazioni d’urgenza e di quelle legate alle patologie oncologiche. L’obiettivo è quello di aumentare i posti liberi in terapia intensiva, raggiungendo anche accordi con le strutture private: la Regione conta di arrivare in questo modo a circa 100 posti letto di terapia intensiva in totale.

Intanto, sono 19 i nuovi casi positivi di Coronavirus registrati in Toscana, nessuno dei quali nella nostra provincia. Dei 19 nuovi casi, 16 sono in isolamento a casa. Tre sono ricoverati in ospedale e sono un 86enne di Chiusi, un 55enne di Livorno ed un 76enne di Pontremoli.

Da aggiungere anche che risultano tre pazienti clinicamente guariti nella Asl Centro.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.