Ma la Lucchese capolista merita davvero un bel dieci e…lode

CALCIO D - Approfittiamo di questa sosta forzata per andare a rivedere quello che ha fatto finora la Lucchese. Ripartita dalle ceneri dell'ennesimo fallimento (il terzo in 11 anni) la squadra di Monaco ha saputo esaltarsi in una meravigliosa rincorsa che l'ha portata fino al primi posti e al sogno concreto di tornare subito in serie C.

-

 

L’ultima volta ? il 23 febbraio scorso: Lucchese-Ligorna 1-0 decisa al minuto 65 da Pasquale Iadaresta con questa bellissima rete di testa. Un gesto tecnico pregevole ed un gol che è valso non solo la vittoria sui liguri ma anche la conferma del primo posto con un punto di vantaggio sul Prato. E tutto ciò prima delle ben nota sosta forzata che andrà avanti per tutto il mese di marzo. Ma prima ci sono state 25 partite di un campionato che per la Pantera era iniziato ai primi di agosto pur tra mille difficoltà: non c’era ancora una parvenza nè tantomeno uno straccio di rosa. Ma la società ha fatto un eccellente lavoro a tutti i livelli col DS Deoma abilissimo sul mercato e il tecnico Monaco capace di rendere omogeneo e compatto un gruppo nato dal nulla, dalle macerie di un’altra estate folle e dal terzo fallimento in soli 11 anni. Dopo le prime giornate in cui la squadra ha avuto le sue logiche difficoltà il trend però è cambiato ed è arrivato un filotto di vittorie davvero importanti che hanno permesso a Benassi & C. di risalire la classifica in modo impetuoso fino a portarsi a ridosso delle prime e poi addirittura di compiere il sorpasso sul Prato e sulle altre grandi favorite che questo campionato sono partite per vincerlo. Già, perchè riteniamo che ad agosto, ma forse anche ad ottobre o novembre, neppure il più ottimista dei tifosi avrebbe osato sperare tanto. Ed invece la realtà è quella tutti quanti che oggi ben conosciamo. Detto che rimane difficile capire come e quando si ripartirà, restano nove partite alla fine con diversi scontri diretti ancora da giocare: Prato, Caronnese e Seravezza peraltro tutte al Porta Elisa. Logico che anche questa lunga sosta potrebbe scompaginare tutto, o forse no. Non ci resta che attendere…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.