Massima attenzione nella case di riposo: “Siamo sigillati da settimane”

VIAREGGIO - L'escalation di contagi da coronavirus nelle residenze per anziani, spesso private, ha spinto la Regione Toscana a varare nuove misure per gestire i casi e tutelare gli operatori sanitari. L'ordinanza è stata firmata domenica pomeriggio dal presidente Enrico Rossi.

-

Nel caso in cui in una rsa un’ospite risulti positivo al Covid-19, se sintomatico e in condizioni instabili, verrà preso in carico dal sistema sanitario regionale. Se i sintomi sono lievi, verrà mantenuto in isolamento all’interno della stessa struttura, se possibile, oppure in una struttura socio-sanitaria dedicata. Sempre in caso di un ospite positivo, la Rsa – se non è divisibile in aree e percorsi Covid e non Covid, sarà sottoposta a quarantena, sotto la sorveglianza della Asl. E tutti, ospiti e operatori, sottoposti a tampone.

La situazione in provincia di Lucca è attenzionata dalle autorità sanitarie. In Garfagnana preoccupano i 19 casi registrati alla Paoli Puccetti di Gallicano, dove purtroppo c’è stato un decesso. In Versilia un morto alla Villa San Lorenzo di Seravezza e alla Laguidara di Marina di Pietrasanta, dove i positivi sono diversi tra ospiti e personale sanitario.

Siamo andati a vedere come va la situazione allo storico Sacro Cuore di Gesù di Viareggio, la struttura più grande della Versilia.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.