Multe per i locali affollati e controlli nelle seconde case

VIAREGGIO - Sono scattate le prime sanzioni per i bar e i ristoranti della Passeggiata che domenica hanno accolto le fronde di turisti e avventori arrivati in Versilia per godersi il sole, in barba alle severissime restrizioni emanate dal Governo, dalla Regione e dai Comuni per l'emergenza coronavirus.

-

Quelle code ai banconi e quei tavoli spesso troppo vicini o la folla in coda per un piatto di fritto hanno attirato i controlli della Polizia Municipale, disposti dall’amministrazione comunale. Il sindaco Giorgio Del Ghingaro ha condannato chi non rispetta le norme agevolando di fatto il diffondersi del virus.

Naturalmente ci sono anche tanti esercenti che riescono a regolare l’ingresso dei clienti, non senza difficoltà in caso di grande afflusso come domenica.

Ma i controlli non riguardano solo i locali. In tutta la Versilia si è visto, subito prima e subito dopo l’estensione della zona rossa, un flusso continuo di persone dal nord, quasi sempre possessori di seconde case. Per loro c’è l’obbligo di denunciarsi e mettersi in quarantena.

Il governatore Rossi ha chiesto agli albergatori toscani di non accogliere chi viene dalle aree rosse e invitare  chi stanno già ospitando a tornare a casa propria. “Quando questa emergenza sarà finita promuoveremo una serie di iniziative per accogliere al meglio i vacanzieri in Toscana”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.