Uccide la madre a coltellate: domani l’interrogatorio di garanzia in carcere

CAMAIORE - Si trova nel carcere di San Giorgio a Lucca con l'accusa di omicidio volontario Andriy Bochsan, il 29enne che nel pomeriggio di ieri, al termine di una lite familiare, ha ucciso in casa a Camaiore (Lucca) la madre Larisa Smolyak, 49 anni, dopo essere stato interrogato dai carabinieri di Viareggio e Lucca.

-

Il delitto, secondo quanto si apprende dagli investigatori, sarebbe scaturito da una condizione di disagio in cui il giovane viveva assieme alla madre. La donna era invalida agli arti inferiori e per questo motivo aveva una pensione di invalidità.

Il 29enne aveva dei lavori saltuari, senza un impiego fisso. Sempre secondo gli investigatori, l’ennesima sollecitazione da parte della donna a trovarsi un lavoro stabile sarebbe stato il motivo della discussione degenerata poi nel delitto, che ha portato il ragazzo a colpire la mamma prima con un posacenere e poi con un coltello da cucina con il quale le avrebbe inferto almeno dieci coltellate. Il giovane era stato lui stesso ad avvertire i militari ai quali ha raccontato quanto commesso poco prima.
Domani, in carcere, avrà luogo l’interrogatorio di convalida alla presenza del legale Sara Andolfi di Lucca. Il pm è Lucia Rugani mentre per sabato è fissata l’autopsia all’obitorio dell’ospedale di Lucca e verrà eseguita dalla dottoressa Ilaria Marradi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.