Al via i test sierologici, ecco le categorie interessate

REGIONE TOSCANA - Ha preso il via la campagna di screening sierologico messa in campo dalla Regione Toscana. Il test consiste in uno stick su cui viene versata una goccia di sangue e che evidenzia la formazione di anticorpi all'interno del soggetto, in pratica fa capire se il paziente è entrato in contatto con il virus o meno e da quanto tempo.

- 4

Se il risultato è positivo o dubbio, la fase successiva è quella dell’esecuzione del tampone. Per poter accedere gratuitamente al test è comunque necessario presentare al laboratorio privato la ricetta del medico curante.

Le nuove categorie che avranno accesso ai test gratuiti sono gli agenti della Polizia municipale e della Polizia provinciale, chi lavora negli esercizi commerciali e grandi strutture di vendita alimentare e chi è addetto al trasporto delle merci, i lavoratori di aziende pubbliche o private di smaltimento e raccolta dei rifiuti la cui attività implica il contatto con rifiuti potenzialmente infetti, i dipendenti pubblici, la cui attività implica contatto con il pubblico, i dipendenti degli uffici postali che hanno contatti con il pubblico, i dipendenti dei servizi bancari, finanziari e assicurativi che hanno contatti con i clienti, i lavoratori dei servizi a domicilio, i lavoratori della editoria e della emittenza televisiva a contatto con il pubblico, gli edicolanti e librai, gli operatori del trasporto pubblico locale ugualmente in contatto con il pubblico, tassisti, operatori delle imprese o agenzie di onoranze funebri, gli operatori della logistica la cui attività implica il contatto con il pubblico, il personale dei consolati a contatto con il pubblico, il personale dei porti e degli aeroporti, i lavoratori infine del distretto cartario, in quanto distretto che ha sempre lavorato e che può essere dunque un caso pilota di valutazione per i successivi distretti industriali toscani.

Inevitabile che questo screening porterà, nelle prossime settimane, ad un incremento dei tamponi eseguiti e, probabilmente, ad un’impennata dei casi di positività, andando a ricercare principalmente, proprio quei soggetti asintomatici che possono veicolare il virus in maniera incontrollabile.

In provincia di Lucca sono questi i laboratori convenzionati:

CAM – VIAREGGIO

0584/962153

ECOL STUDIO – LUCCA

0583/808840

LABORATORIO PIERONI – CAMAIORE

3482894690

LAM SANVITO – CAPANNORI

0583/936430

LAMM SRL – LUCCA

0583/581491

Commenti

4

  1. Renata Menconi


    Ma se un comune cittadino che non fa parte di questa categoria volesse fare il test come può accedere??


  2. Ovviamente gli insegnanti no, tanto riaprire le scuole non è una priorità, alla faccia dei bambini, dei ragazzi, che sono agli arresti domiciliari pur essendo i meno a rischio di salute… è incredibile…


  3. Quanto costa da privati..


  4. Come mai non avete incluso i piccoli negozi io lavoro in un PANIFICIO e in 4 ore di servizio servo quasi 100 clienti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.