Decreto “Cura Italia”, una prima boccata d’ossigeno per l’artigianato

PROVINCIA DI LUCCA - Due le definizioni che sono state date al decreto "Cura Italia" annunciato durante la conferenza stampa di Palazzo Chigi: " Un intervento senza precedenti" e " poderosa potenza di fuoco" rispettivamente da parte del ministro dello sviluppo economico Patuanelli e dal Premier Giuseppe Conte. 

-

Ed in effetti i 400 miliardi di euro messi sul tavolo per consentire all’economia nazionale di non collassare sono stati accolti con sollievo dal mondo imprenditoriale. Primo tra tutti il mondo delle piccole imprese e dell’artigianato per cui la possibilità di accedere a queste risorse è stata definita una prima boccata d’ossigeno.

 

Ma al di là dell’ammontare dei finanziamenti ottenibili, la questione principale è quella dei tempi in cui queste risorse verranno erogate, dato che le esigenze quotidiane degli imprenditori sono, molto spesso, inderogabili.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.