Fanno festa in barca nel porto di Viareggio: tutti multati

VIAREGGIO - Aumentano le violazioni delle misure per contenere il contagio da coronavirus. Nelle giornate di sabato e domenica sono state controllate oltre cento persone. Elevate 25 sanzioni

- 2

Continuano ad essere numerosi i comportamenti illeciti di una parte della popolazione che, senza giustificato motivo, si allontana dalla propria abitazione, contravvenendo alle regole in vigore. A Viareggio aumentano le violazioni delle misure per contenere il contagio da coronavirus. Nelle giornate di sabato e domenica sono state controllate oltre cento persone. Di queste 25 sono state multate perché trovate a spasso molto lontani da casa senza nessuna delle motivazioni contemplate ed ammesse dal decreto. Tra le persone sanzionate ci sono  7 componenti degli equipaggi di due imbarcazioni ormeggiate all’interno di un cantiere nel porto di Viareggio.

Sabato sera gli agenti della polizia di stato, transitando nei pressi del mercato ittico, hanno udito della musica ad alto volume provenire dalla banchina limitrofa.

Cosi si i sono avvicinati e hanno constatato con grande incredulità la presenza di sette persone intente a bere alcolici e ballare, avendo persino allestito tutto il necessario per il barbecue.

Tutti quanti,  stranieri e facenti parte dell’equipaggio di un’imbarcazione momentaneamente ormeggiata all’interno del porto di Viareggio, sono stati identificati e sanzionati.

Le altre motivazioni di contestazioni sono state le più variegate e differenziate: distanze esagerate dalla propria abitazione per portare a spasso i cani, spesa effettuata in supermercati lontanissimi dai propri domicili, una donna empolese in gita a Viareggio.

Commenti

2

  1. Daniela Vannelli


    bisogna commentare????
    In galera tutti !!! senza mangiare e senza bere queste teste di cazzo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.