Il deserto della Pasqua 2020 in Versilia

VIAREGGIO -  Questo è ciò che abbiamo potuto testimoniare con le nostre telecamere sulla costa durante la mattinata di questa Pasqua 2020 quantomai anomala

- 2

Gli appelli che si sono susseguiti incessanti durante tutte le scorse settimane, sia da parte degli amministratori locali che di tutti gli organi competenti hanno sortito gli effetti sperati.

L’intero litorale è stato costantemente monitorato, sia dalle pattuglie lungo le strade con polizie municipali, carabinieri, personale dei commissariati e uomini delle fiamme gialle, sia dall’alto con l’impiego di elicotteri della Capitaneria e della polizia. Poche, pochissime le auto in circolazione tutte regolarmente fermate e controllate, così come le poche persone a piedi ( per lo più padroni di cani ) e in bicicletta.

Il timore era quello di rivivere scene come quelle dell’ultimo fine settimana precedente al lockdown, quando centinaia di proprietari di seconde case scesero da Lombardia e Piemonte, creando i problemi che adesso si stanno cercando di risolvere. Nonostante questo però, al sindaco di Viareggio Giorgio del Ghingaro sono giunte diverse segnalazioni di presenze all’interno delle residenze estive. I controlli in questo senso sono stati affidati a pattuglie interforze in borghese, che hanno battuto le zone residenziali interne. In ogni caso, nonostante la giornata che, in una situazione normale, avrebbe sicuramente incoraggiato la pre apertura degli stabilimenti balneari, la costa è rimasta deserta. E la speranza è che così rimanga anche per il lunedì dell’Angelo e che per la “gita fuori porta” si riesca ad aspettare ancora qualche settimana.

 

Commenti

2


  1. …Purtroppo, le indicazioni, derivanti dalle ordinanze, solo apparentemente, hanno dato un buon risultato.
    In realtà, in Versilia le seconde case hanno le finestre aperte e non solo per dare aria dopo il periodo invernale.
    La “panettiera” nel comune di Massarosa, forse Capezzano? nel filmato pubblicato sulla piattaforma facebook, diventato virale, seppur con toni chiari ed inequivocabili, a volte coloriti, ha espresso la vera verità.
    Clienti fino al momento sconosciuti si sono appalesati in negozio.
    Inflessioni fiorentine, lombarde ed altre.
    Chiaro che ha espresso preoccupazipne e paura
    Sapevano dei controlli, peccato che i controllori non hanno intensificato la loro azione durante le notti di inizio settimana.
    I controlli alle seconde case, ormai non risolveranno nulla se non aprire gli occhi all’ufficio delle entrate, verificando le concessioni di residenze a componenti della famiglia che, in realtà, vivono fuori oppure vivono in quelle che, in realtà sono seconde per brevi periodi o nei week end ma risultanti poi come prima casa solo per pagare tributi in misura minore. È una vecchia italica storia in questo bel paese.
    Gli accertamenti dovrebbero ora essere severissimi.
    Si severissimi! .
    Chi non ha rispettato le ordinanze, le indicazioni; chi ha , per così dire, “aggirato la norma” ha dimostrato di non aver capito che il Covid 19 è un virus maledettamente serio e pericoloso.
    Inutile dire che se non hanno capito con le “buone” , è arrivato il momento di usare la mano pesante, senza guardare in faccia a nessuno.
    Le centinaia di morti non hanno insegnato nulla ??!!! .
    Non hanno capito che il rispetto delle norme è l’unico modo per uscirne prima possibile.
    Uscirne…..si! uscirne.
    Quando e a quale prezzo?
    Auspichiamo che Sindaci, Presidenti di Regione e Governo diano direttive a Polizia di Stato, Polizie Locali, Guardia di Finanza, Carabinieri, Uffici delle entrate, Uffici tributi e anagrafi dei comuni al fine di usare argomenti convicenti e applicazione di sanzioni forti e provvedimenti anagrafici e tributari, tali poter tornare alla normalità con l’apporto di tutti rispettando le regole.
    Se vogliamo uscirne.
    Spero di sbagliare ma l’estate prossima conviveremo con la mascherina sul viso se ci sarà ancora qualcuno che penserà di essere immune dicendo “…..tanto a me non capita…..”


  2. Sai che palle essere un agente al posto di blocco? Non passa nessuno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.