Il volontariato digitale per la didattica a distanza

CAPANNORI - L'associazione Haking Labs sta ricondizionando computer usati, donati alla Protezione Civile di Capannori, per poterli regalare alle famiglie in difficoltà per poter accedere alla didattica a distanza

-

Parlando di volontariato, in questo periodo, la mente va subito all’aspetto sanitario o a quello di servizi alle persone costrette a restare nelle proprie case. Ma c’è un altro aspetto che è diventato fondamentale in era Covid-19 ed è quello del volontariato digitale.

Dal 2009, a Capannori, esiste una realtà che prende il nome di Hacking Labs, nata come associazione di promozione sociale il cui scopo era di promuovere e diffondere la cultura informatica, soprattutto nelle realtà in cui le condizioni economiche non permettevano l’acquisto di materiale informatico o la possibilità di frequentare corsi. In questa ottica si voleva anche promuovere la logica del riuso di computer destinati allo smaltimento.

Da sempre il lavoro dell’associazione si è svolto in sinergia con le amministrazioni comunali, e adesso che la didattica a distanza è entrata anche nelle case di chi, per ragioni economiche, non può permettersi un computer, l’iniziativa realizzata con il comune di Capannori e l’assessore Cecchetti di donare i computer inutilizzati da destinare a questo scopo ha visto l’impegno dei volontari della Haking, anche attraverso il progetto Miniere Urbane, intensificarsi enormemente.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.