La Asl cerca strutture per cure intermedie per alleggerire il Versilia

VERSILIA - Mentre sale la preoccupazione per l'escalation di contagi nelle residenze per anziani, come a Seravezza e a Marina di Pietrasanta, è il diretto della Zona Distretto Versilia Alessandro Campani a illustrare le misure messe in campo dalla Asl Toscana Nord ovest per le rsa.

-

Nell’emergenza Covid-19 forte è la pressione anche sull’ospedale Versilia. Per questo – spiega Campani – si cercano strutture di supporto per le cure intermedie, come avvenuto già a Lucca.

Sono inoltre in corso di attivazione i Drive-through: tamponi destinati ad una lista di persone fornite dal Cup, risultate positive, e dunque in quarantena o in via di guarigione per testare il decorso della malattia. Tamponi fatti dal finestrino dell’auto in una sorta di pit-stop, che la ASl sta allestendo a Villa Pergher. Un percorso rapido per incrementare il numero di test giornalieri sulla popolazione, già effettuato al Campo di Marte di Lucca.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.