Non vuole pagare la pizza e tenta di accoltellare il rider; giovane arrestato

LUCCA - Nella tarda serata di ieri i Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno arrestato in centro storico di Lucca un giovane marocchino di 21 anni. L'uomo si era fatto consegnare al suo domicilio una pizza e una birra ma aveva rifiutato di pagare l'addetto alle consegne.

- 4

Quest’ultimo, un 38enne italiano, aveva protestato e il giovane per tutta risposta aveva tentato di colpirlo con un coltello da cucina.

I carabinieri, giunti sul posto poco dopo, hanno arrestato il cittadino marocchino mentre tentava di allontanarsi.

La vicenda però ha anche un altro risvolto. I militari hanno scoperto infatti che la dimora del marocchino, nella quale vivevano almeno altre 15 persone, era un fondo commerciale, concesso in affitto con questa destinazione d’uso, ma successivamente adibito ad affittacamere, per di più pubblicizzata on line, dove tuttavia gli ospiti soggiornavano senza il rispetto di alcuna norma in materia di igiene e sicurezza. Al riguardo sono stati informati oltre che l’Autorità Giudiziaria anche i servizi del Comune e dell’ASL di Lucca per i provvedimenti di competenza.

Commenti

4

  1. Franco Meliani


    Emma non


  2. Poi NOI ITALIANI SIAMO COSTRETTI A VIVERE CHIUSI IN CASA, per non diffondere il virus. Grazie ci pensano questi a fare pubblicità al COVID 19


    • 1. erano tutti in casa e non in giro, cosa c’entra con il covid?.
      2. comportamento del ragazzo deplorevole, ma cosa c’entra con gli italiani, altri stranieri e soprattutto con il virus?
      3. chi ce li ha messi in quella casa? Il proprietario dello stabile mica è un marocchino. perché li fa stare lì in ammucchiati? non certo per buon cuore, bensì per profitto a spese di tutti. per fortuna faranno il culo anche a lui/lei.
      4. riflettere bene prima di scrivere castronerie populiste


  3. queste cose avvengono perchè mancano completamente i controlli sulle strutture ricettive a nero che il comune dovrebbe fare (anche con l’incrocio di più banche dati) se non altro per tutelare chi ha una struttura ricettiva regolare con gli oneri che questa comporta. purtroppo solo spot

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.