Ricorre oggi la 651esima Festa della Libertà di Lucca

LUCCA - Celebrazioni di rievocazione storica ovviamente annullate, ma il rettore della Cattedrale, insieme all'assessore Ragghianti e a Giorgio Serafini in rappresentanza della Compagnia Balestrieri hanno reso omaggio all'altare di stato della Libertà

-

Ricorre questa domenica la 651esima Festa della Libertà, che celebra il ritorno all’indipendenza della Repubblica di Lucca dal dominio pisano nel 1369. La messa è stata celebrata in una cattedrale di San Martino rigorosamente a porte chiuse, da Don Mauro Lucchesi, alla presenza dell’assessore alla cultura del comune di Lucca Stefano Ragghianti e Giorgio Serafini della Compagnia Balestrieri di Lucca. Al termine della celebrazione, i presenti hanno recitato la preghiera di fronte all’altare di Stato della Libertà, realizzato nel 1579 dal Gianbologna. Negli anni passati, alla celebrazioni religiose hanno seguito quelle di rievocazione storica, dove, nel sagrato del Duomo, veniva riletto il proclama di Carlo IV in cui si annunciava il ritorno di Lucca alla propria indipendenza e venivano nominati i Gonfalonieri di Terziere. Ovviamente l’emergenza Covid-19 ha imposto l’annullamento di queste manifestazioni. Ma per sottolineare l’importanza di questa festa, anche nel difficile momento che stiamo attraversando, la compagnia balestrieri ha voluto realizzare un filmato che ha postato sulla propria pagina Facebook ed in cui, in pieno stile medievale, vengono ricordati gli obblighi di restare nelle proprie abitazioni così come sarebbero stati formulati all’epoca di Carlo IV.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.