Fase 2, le direttive regionali vietano di raggiungere le seconde case

REGIONE TOSCANA - E' stata firmata l'ordinanza regionale numero 50 che disciplina la Fase 2 dell'emergenza Coronavirus. Da lunedì 4 maggio infatti, secondo quanto stabilito dal Decreto del Presidente del Consiglio, verranno alleggerite molte delle restrizioni introdotte per arginare il contagio da Covid 19

- 4

Alcune delle norme nazionali però, possono avere restrizioni su indicazione dei presidenti di Regione. Ed infatti, all’interno di questa ordinanza, la regione consente l’ingresso e il rientro nel territorio regionale solo a chi ha qua il proprio medico curante. Vietato dunque raggiungere le seconde case da parte di chi abita stabilmente fuori dalla Toscana. Marcia indietro invece per quanto riguarda gli spostamenti per l’attività fisica: viene infatti consentito di raggiungere il luogo scelto con mezzi propri con l’obbligo di restare nell’ambito regionale e di rientrare in giornata alla propria abitazione. Consentita anche la ripresa di alcune attività tra cui, tra le altre, quelle di toelettatura degli animali. In linea generale, le misure che fino ad oggi limitavano gli spostamenti al solo territorio comunale, adesso vengono adesso estese agli ambiti provinciali – come la possibilità di recarsi in supermercati fuori dal comune di residenza – e in alcuni casi regionali, come le attività agricole amatoriali o la manutenzione di beni come case vacanze, roulotte o imbarcazioni che possono venir effettuate in tutta la Toscana ma con l’obbligo di rientro al domicilio nell’arco della giornata.

Commenti

4


  1. salve,nel decreto cè scritto che si può fare attività sportiva fuori dal comune?

    4. è consentito svolgere le attività sportive in forma strettamente individuale, sul territorioregionale, utilizzando per lo spostamento mezzi propri di trasporto e con l’obbligo del rientro ingiornata presso l’abitazione abituale. E’ possibile l’accompagnamento da parte di una persona nelcaso di minori o di persone non completamente autosufficienti. L’attività va svolta nel rispetto delladistanza di sicurezza interpersonale di almeno 2 metri


  2. Allora io che sono di Capannori posso andare a Viareggio con la macchina e pescare sul molo avendo la tessera del censimento per la pesca in mare? Ricordo che la pesca professionale o amatoriale è considerata, anche dal Coni un’attività sportiva.
    Se posso e mi fermano per strada come devo compilare l’autocertificazione? Grazie


    • Qualcuno è in grado di rispondere con certezza a questa domanda? Vi avviso che ho chiamato comune vigili e prefettura, alcuni dicono che si può altri no (è ridicolo non lo sanno neanche loro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.