Favorire i prodotti agroalimentari toscani di qualità; accordo tra Anci e Regione

FIRENZE - Favorire la distribuzione ed il consumo di produzioni agroalimentari toscane di qualità, soprattutto in questa fase di emergenza. E’ questo l’obiettivo di un protocollo d’intesa con Anci Toscana che la Regione Toscana ha approvato oggi.

-

L’accordo prende le mosse  dal fatto che il governo, nella gestione della crisi, ha previsto per i Comuni  finanziamenti specifici per supportare la domanda di cibo nelle fasce fragili della popolazione.

Tra l’altro, sebbene le aziende agricole e agroalimentari, così come la distribuzione, siano considerate attività “essenziali”, i prodotti agroalimentari freschi e gli ortofrutticoli hanno registrato un calo nelle vendite a causa della chiusura delle attività di ristorazione, dei bar e di tutta la somministrazione.

“Ora più che mai – ha detto l’assessore all’agricoltura Marco Remaschi – è importante la promozione dell’acquisto di produzioni locali, reperibili sul territorio come prodotto fresco, che garantiscono al consumatore tracciabilità, sicurezza alimentare e salubrità,”

L’accordo prevede una sua prima sperimentazione in occasione delle attività di consegna a domicilio di beni alimentari e di prima necessità alle categorie a rischio ed alle persone che non possono uscire dal proprio domicilio.

Inoltre, l’intesa prevede che vengano adottate misure affinché i consumatori in generale siano orientati a scegliere prodotti toscani.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.