Guanti, mascherine e segnalatore di distanza; i consiglieri regionali tornano in aula

FIRENZE - Guanti, mascherine, disinfettanti per le mani e il dispositivo elettronico che emette un suono se due consiglieri si trovano ad una distanza minore di un metro e ottanta. E' ripartito così il consiglio regionale della Toscana.

-

Dopo alcune sedute in videoconferenza il presidente dell’assemblea, Giani, ha spinto per il ritorno in aula. Anzi, nelle aule, perchè proprio per far rispettare il distanziamento sociale, le postazioni dei consiglieri erano previste non solo nell’aula del consiglio ma anche nell’adiacente sala Calamandrei e nell’atrio di accesso alla sala consiliare. Per il presidente il ritorno a Palazzo del Pegaso, pur tra alcune difficoltà, è un segnale importante per tutti i cittadini toscani.

La seduta è stata aperta da una comunicazione dell’assessore Federica Fratoni, che ha riferito, presentando gli ultimi dati, di come il Covid-19 stia perdendo forza in Toscana e di come, dopo questa emergenza, sia necessaria una riflessione sulle priorità degli investimenti pubblici e sulla semplificazione della burocrazia. Ne è seguito un dibattito, al termine del quale la seduta è stata aggiornata ai prossimi giorni.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.