Il Comune di Pietrasanta distribuisce mascherine trasparenti per non udenti

PIETRASANTA - L’idea originaria è di una studentessa ventunenne americana, Ashley Lawrence, che alla Eastern Kentucky University studia per diventare assistente alla comunicazione delle persone sorde. Una mascherina anti-Covid trasparente che lascia vedere la bocca consentendo ai non udenti di leggere il labiale e capire cosa dice la gente.

- 1

Tra i primissimi in Italia ad abbracciare l’idea è il Comune di Pietrasanta che le distribuirà gratuitamente a chi ne farà richiesta. Sono già pronti i prototipi dello speciale dispositivo di sicurezza che l’amministrazione Giovannetti, attraverso l’assessorato all’associazionismo, sta facendo realizzare da un gruppo di sarte-volontari, come spiega il consigliere comunale Giacomo Vannucci.

Fino ad oggi l’amministrazione di Pietrasanta ha già distribuito 52mila mascherine a domicilio attraverso il coordinamento della Protezione Civile: 8mila quelle preparate e distribuite dalla sarte della Consulta del Volontariato.

Nei prossimi giorni saranno fornite le modalità di prenotazione delle mascherine trasparenti. Una risposta al doppio dramma dei non udenti che con gli attuali dispositivi non riescono a comunicare con nessuno: la diffusione di questi dispositivi almeno in ambito familiare e lavoratorivo, e perchè no anche negli uffici pubblici, restituirebbe ai non udenti un po’ di normalità in questa infinita emergenza.

 

 

Commenti

1


  1. Mi farebbe piacere se e possibili acquistarne una ventina. Devo assistere mio padre con apparecchi uditivi ma se non mi legge il labiale non capisce ciò che dico con le mascherine normali. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.