Lucchese di 28 anni tra gli antagonisti dei raid di Bologna

LUCCA - C’è anche un 28enne di Lucca tra i sei antagonisti del collettivo di studenti universitari Hobo di Bologna, destinatari di altrettanti divieti di dimora, dopo una serie di raid in alcune aziende emiliane

-

Armati di megafoni si sono presentati, per l’accusa, di fronte gli ingressi di alcune aziende, in qualche caso interrompendo anche l’attività lavorativa.

E’ l’esito di una indagine coordinata dalla Digos di Bologna, cui ha collaborato anche la Digos di Lucca, coordinata dal vice questore Leonardo Leone, per episodi avvenuti nel territorio di Bologna.

Il lucchese finito nei guai è volto noto alle forze dell’ordine e in particolare alla Digos per essere un appartenente ai collettivi studenteschi. A Bologna svolgeva attività saltuaria di runner e pur non studiando nell’ateneo della città emiliana era entrato in contatto con i collettivi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.