Stranieri azzerati e spazi da rivedere: estate il alto mare per i campeggi

VIAREGGIO - Brancolano ancora nel buio i campeggiatori di Viareggio e Torre del Lago. Una delle colonne del turismo versiliese: decine di imprese cresciute negli anni tra la pineta e il mare, con servizi e strutture sempre più qualificate, che si ritrovano completamente disorientate.

-

Cancellate le prenotazioni degli stranieri, che valgono da soli la metà delle presenze estive, per i camping – ai timori che attanagliano i colleghi alberagatori sulla possibilità reale degli italiani di spostarsi e spendere soldi per le vacanze – si aggiungono quelli legati al rispetto dei severi protocolli di sicurezza. Difficile se non impossibile sanificare ad esempio i bagni, che sono in comune. Praticamente da cancellare le attività di animazione, da limitare al massimo gli spazi condivisi, mettendo a rischio l’essenza stessa della vacanza in campeggio.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.