Yare 2020 rilancia, Angelini: “Puntiamo sull’innovazione”

VIAREGGIO - La fiera internazionale del business con i grandi della nautica si farà. Non ci sono dubbi sul decennale di Yare che, anzi, sarà una occasione per svoltare in chiave innovativa.

-

L’evento, tra i più attesi a livello mondiale, nel mondo dell’indistria dello yachting e del refit, la riparazione delle imbarcazioni, che normalmente si svolge a marzo, ma rinviato quest’anno a causa dell’emergenza, a novembre, dovrà affrontare un duro banco di prova: quello di favorire l’opporunità di business in una fase di convivenza con il coronavirus. L’obettivo per questa edizione speciale, annuncia Pietro Angelini, direttore generale di Navigo, che organizza e promuove l’evento, è quello di rilanciare la manifestazione investendo ancora di più sulla progettualità.

Saranno anche quest’anno anno oltre cento i comandanti che arriveranno in città da tutto il mondo. Ma ci sarà molta più attenzione nella gestione degli incontri con il mondo delle imprese. Si punta a conservare i numeri e le opportunità di incontro degli anni passati. In nove edizioni sono stati ospitati 800 comandanti, 1.300 imprese per 11.000 incontri.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.