Donato un defibrillatore alla parrocchia di Sant’Antonio

VIAREGGIO - Domenica mattina Il gruppo dei motociclclisti delle Tartarughe Lente ha donato un defibrillatore alla chiesa di Sant'Antonio a Viareggio, che è stato acquistato con i proventi di Rombo di Natale e del mercatino. 

-

Il defibrillatore sulla custodia porta la dedica in ricordo delle 32 vittime strage ferroviaria di Viareggio e tra queste  “Pulce e Scarburato”, due dei motociclisti ai quali è intitolata anche la Casina dei Ricordi. La donazione è avvenuta  in concomitanza della messa delle 11 ed era stata programmata per il 15 marzo, ma è stata  rimandata a causa dell’emergenza sanitaria.

E’ stata  l’occasione sul piazzale della chiesa per la  benedizione da parte del frate Elzeario Nowak dei  mezzi che hanno operato nell’emergenza del coronavirus.  “Si tratta di un riconoscimento – dice Giuliano Bandoni delle Tartarughe Lente per tutti coloro che hanno aiutato in questi mesi chi era in difficoltà”. Bandoni e la moglie Maria Grazia si sono occupati della gestione per conto dell’associazione Protezione Civile “Città di Viareggio” del magazzino di stoccaggio dei generi alimentari raccolti grazie alla generosità di tanti viareggini per altri concittadini che in questo momento si sono trovati purtroppo in difficoltà.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.