Evade i domiciliare per perseguitare la ex: 33enne massese in carcere

FORTE DEI MARMI - Si trovava ai domiciliari da alcuni mesi accusato di maltrattamenti, lesioni e atti persecutori nei confronti delle sue ex fidanzate. E' evaso per compiere l'ennesimo gesto persecutorio verso la sua ultima partner ma è stato denunciato e arrestato dalla Polizia.

-

A finire in carcere a Lucca è stato un uomo di 33 anni di Massa. Sabato scorso era uscito in scooter per mettersi sulle tracce della ex compagna a Pietrasanta. La ragazza, accortasi di essere pedinata, ha allertato il 113. Una volta intervenuti i poliziotti, è partito un rocambolesco inseguimento per le vie della cittadina. Una volta fermato e portato in Commissariato a Forte dei Marmi, è stato riportato agli arresti domiciliari a Massa. Ma il giudice, alla luce della tentata violenza di genere perpetrata nei confronti della ex, ha disposto la misura cautelare in carcere.

L’uomo aveva alle spalle tre relazioni tutti finite perché le sue partner lo avevano denunciato per maltrattamenti, lesioni e atti persecutori.
La sua particolare abitudine ad assumere alcool e sostanze stupefacenti, lo rendeva sovente violento e incline a pericolosi atti persecutori che lo avevano costretto, per espressa decisione del giudice, a vivere già da qualche mese agli arresti domiciliari.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.