Gli studi confermano: il Volto Santo è quello originale

LUCCA - Le indagini diagnostiche con il carbonio 14 fatte per la prima volta sul celebre Volto Santo di Lucca hanno dato un risultato eclatante:  l'opera è databile tra l'VIII e il IX secolo

-

Per molto tempo si è pensato che la statua del Volto Santo custodita in San Martino, non fosse l’ opera originale realizzata da Nicodemo nel 740, ma una copia, databile in epoca medievale. Adesso però, le analisi effettuate con carbonio 14 e realizzate dal CNR di Firenze con il coordinamento dalla ricercatrice Mariealena Fedi, confermano la tesi iniziale, ovvero che quello custodito all’interno della cattedrale di San Martino è effettivamente il crocifisso originale. Una conferma che indica anche come il Volto Santo lucchese sia la scultura lignea più antica dell’occidente.

Un’indagine, quella condotta sul Volto Santo, commissionata dall’ente Cattedrale per verificare lo stato di conservazione dell’opera, sottoposta nei secoli a numerosi stress termici ed atmosferici.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.