L’Oasi Lipu resta ancora chiusa: “Siamo l’ultima zona rossa d’Italia”

MASSAROSA - Una domenica di sole di inizio estate, la gente che torna timidamente a spostarsi ma l'Oasi Lipu di Massaciuccoli resta chiusa. "Siamo l'ultima zona rossa d'Italia" - così i gestori hanno provocatoriamente denunciato la situazione di stallo di questo angolo di paradiso sulle sponde del lago di Puccini.

-

Che ogni anno viene visitato da oltre 40mila persone. Il Comune di Massarosa infatti non ha ancora autorizzato la riapertura. Ad oggi chi arriva, se dello stesso nucleo familiare, può solo prenotare le visite guidate in barchino o in canoa ma non percorrere lo stretto sentiero su palafitte perchè il distanziamento di un metro tra chi va e chi viene è quasi impossibile da rispettare. Eppure – spiegano dalla Lipu – abbiamo presentato da tre settimane un protocollo di sicurezza per gli accessi.

“E’ una mia priorità assoluta riaprire al più presto l’Oasi Lipu, una preziosa attrazione turistica per tutta Massarosa” – ha spiegato al Tg Noi il sindaco Alberto Coluccini. “Tuttavia l’emergenza sanitaria non è finita e dobbiamo essere molto cauti. I nostri uffici – prosegue il sindaco – stanno valutando in questi giorni il protocollo proposto dalla Lipu. Se necessario chiederemo a breve alcune integrazioni. Appena saremo certi che l’accesso è sicuro” – conclude – riapririremo l’Oasi, nell’interesse di tutti.”

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.