Muratore di 50 anni denunciato per l’attacco incendiario all’Inps

VIAREGGIO - E' stato individuato il responsabile dell'attacco incendiario ai danni della facciata dell'Inps di Viareggio avvenuto nella serata di sabato 30 maggio.

-

Dopo attente indagini, gli uomini del Commissariato di Polizia insieme alla Scientifica e alla Digos di Lucca sono risaliti ad un muratore di 50 anni di Seravezza, denunciato a piede libero con l’accusa di danneggiamento a seguito di incendio.

Ha agito da solo, tentando di dare fuoco all’Inps, con una bottiglietta di plastica piena di benzina, rivendicando le mancate erogazioni della cassa integrazione Covid, come lasciato intendere chiaramente dal bigliettino ritrovato dai poliziotti. Ma da quanto ricostruito, l’uomo – dipendente di una ditta edile – aveva regolarmente ricevuto l’assegno sociale di aprile, e quello di maggio gli sarebbe arrivato appena tre giorni dopo il gesto estremo.

Determinanti le immagini della videsorveglianza di zona attraverso le quali, non senza difficoltà, sono riusciti a individuarlo e denunciarlo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.