Ombrellone condiviso? Serve l’autocertificazione

PIETRASANTA - Servirà un'autocertificazione da presentare alla direzione per prendere un ombrellone o una tenda in condivisione. Questa la soluzione trovata dal sindaco Alberto Giovannetti insieme ai vertici della Pietrasanta Sviluppo per fermare la fuga di clienti dal bagno comunale.

-

In questa apertura di stagione decine e decine di clienti si sono visti negare sdraio e lettino condivisi perchè non conviventi. Nonni e nipoti, amici di famiglia, o anche coppie di fidanzati hanno dovuto rinunciare alla spiaggia comunale. Una linea rigorosa presa dalla società municipalizzata in ottica anti-Covid che ha generato forte scontento, spingendo la maggior parte dei clienti verso altri bagni. E’ sorto persino un comitato che ha chiesto l’intervento del sindaco. “L’autocertificazione, se firmata dal cliente, solleverà lo stabilimento comunale da eventuali responsabilità in caso di controllo” – ci spiega Giovannetti.

Intanto la Pietrasanta Sviluppo ha approvato il bilancio 2019 con un utile di 100mila euro. Ma resta per il sindaco il rebus della successione a Claudio Viviani, amministratore unico che si è dimesso, scontento dei rapporti con l’amministrazione. Una nomina non facile per Giovannetti visti gli equilibri politici da mantenere in una maggioranza frastagliata.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.