Orari ridotti alle Poste, interrogazione regionale

PROVINCIA DI LUCCA - Le riduzioni di orari e organico degli uffici postali del territorio provinciale, attuata a causa dell'emergenza Covid-19 sta iniziando a creare enormi disagi all'utenza. Il consigliere Baccelli ha posto la questione all'attenzione della Regione

-

La situazione delle poste di Cappella, sulla via per Camaiore, è emblematica dei disagi che stanno vivendo centinaia di utenti anche nella nostra provincia. A seguito dell’emergenza Covid – 19 infatti, Poste Italiane ha deciso per una riduzione, sia del personale operante all’interno degli uffici, sia degli orari di apertura. Questo, finchè le attività normali sono state sospese a causa del lockdown, ha creato disagi minimi ma adesso queste riduzioni, unite all’impossibilità di accedere all’interno degli sportelli più di una persona alla volta, portano al formarsi di lunghe code all’esterno degli uffici, spesso sotto il sole.

 

Ma non è solo questo, come dicevamo, l’unico ufficio ad avere disagi. Sul territorio di Capannori, ad esempio, le poste centrali del capoluogo e quelle di Guamo restano aperte solo la mattina, così come molti altri uffici a Lucca e Viareggio. Di questa problematica si è fatto carico anche il consigliere regionale Stefano Baccelli che ha portato la questione sul tavolo della Regione per verificare che l’operato di Poste sia effettivamente legato all’emergenza e non a una riduzione delle spese.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.