Per la Manifattura avanti tutta con il progetto della Fondazione Cassa di Risparmio

LUCCA - E' la posizione di Confcommercio che va contro il centrodestra lucchese nel dibattito sul project financing per il recupero di una porzione della ex Manifattura Tabacchi presentato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

-

“Si tratta di una operazione importante, che – si legge in una nota – giudichiamo in maniera positiva.
Per i commercianti ci sono tanti elementi di interesse a partire dall’incremento del numero di parcheggi. Inoltre – prosegue il documento – “La Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca ha dato prova in questi anni di efficienza e lungimiranza con una serie di investimenti molto onerosi che hanno consentito alla città di recuperare luoghi simbolo in stato di degrado e decadenza. L’esempio più lampante è quello del complesso di San Francesco, del cui restauro oggi gode anche Imt Alti Studi e che è diventato da tempo luogo centrale per grandi eventi culturali cittadini. Stesso giudizio per i commercianti per il restauro delle Mura, di cui fa parte anche il recupero della ex Casa del Boia. “Oltre alla bontà dell’operato della Fondazione nei confronti della città – insiste Confcommercio – ci pare che quello della Fondazione e della società Coima sia l’unico progetto concreto giunto sul tavolo dell’amministrazione comunale. Perciò, perché disperdere questa occasione probabilmente unica e irripetibile senza la quale la ex Manifattura rischia di rimanere nel degrado a tempo indeterminato?”. “Non capiamo – termina la nota – il perché delle polemiche attuali, visto che in sede di presentazione del project financing alla città nessuno o quasi ebbe niente a che ridire”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.