Summer Festival, scontro D’Alessandro-Codacons

LUCCA - Il promoter risponde alle accuse dell'associazione dei consumatori: i voucher come rimborso per i concerti annullati potranno essere utilizzati entro 18 mesi, dopo si potrà chiedere il rimborso in denaro se nessun concerto in cartellone soddisfa l'acquirente.

-

Il caso del concerto annullato di Paul Mc Cartney fa scuola. Codacons starebbe ultimando le carte per citare formalmente in giudizio la D’Alessandro e Galli, società organizzatrice dei concerti che si sarebbero dovuti tenere a Napoli in Piazza del Plebiscito il 10 giugno e il 13 a Lucca per il Summer Festival.

Mimmo D’Alessandro, raggiunto al telefono, respinge categoricamente ogni accusa. “I voucher, come rimborso per gli spettacoli annullati, sono previsti dal Decreto Cura Italia”, dice il promoter, che spiega inoltre che se entro 18 mesi gli acquirenti non troveranno in cartellone un altro concerto di loro gradimento potranno richiedere i soldi indietro.

D’Alessandro non esclude nemmeno una nuova data nel 2021 a Lucca per l’ex Beattles.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.