Trent’anni fa le notti magiche… della cartapesta

VIAREGGIO - Ventiquattro palloni di cartapesta colorati, come le bandiere di altrettanti paesi partecipanti al mondiale italiano del 1990, ricoprono l'erba del campo da gioco dello stadio di San Siro di Milano per la cerimonia d'apertura in mondovisione.

-

Al centro una mongolfiera ricoperta da fiori che gha l’aspetto di una palla da calcio. Poi, in perfetta sincronia, i palloni costruiti dai maestri del Carnevale di Viareggio con in testa Arnaldo Galli, si aprono: diventano margherite a sei petali e sprigionano migliaia di palloncini in volo verso il cielo sopra San Siro. Questa è la suggestiva scenografia preparata dai nostri carristi esattamente l’8 giugno di 30 anni fa. Fu il mondiale delle notti magiche di Bennato e la Nannini, di Totò Schillaci capocannonere del torneo e della grande delusione azzurra che non arrivo alla finalissima di Roma. Fu il regista delle cerimonia Zuffi in persona a presentarsi a Viareggio”, ricorda Fabrizio Galli allora alal prima esperienza nelle grandi costruzioni.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.