Un destino crudele, una sofferenza indescrivibile

CAPANNORI - L'intera provincia di Lucca sotto choch per il tremendo incidente motociclistico nel quale hanno perso la vita due ragazzi e un uomo di 38 anni.

- 5

Una tragedia che ha scosso l’intera provincia. Tre persone morte nello scontro fra una moto e uno scooter a Capannori. Un dramma che arriva ad appena una settimana dalla scomparsa di un altro ragazzo di 30 anni, Pierluigi Meniconi, che ha perso la vita in moto sulla statale del Brennero a San Giuliano.
Dopo una pausa durata il tempo del lockdown le nostre strade tornano purtroppo a coprirsi di sangue. E la comunita’ torna a interrogarsi sulla pericolosita’ di alcuni incroci ma soprattutto si mette nuovamente alla ricerca di risposte che non esistono. Non ci sono motivi per spiegare il perche’. Perche’ il destino si accanisca così sulla gioventu’. Non ci sono parole per confortare l’immenso dolore di chi soffre per queste vite spezzate. Per i familiari. Per gli amici.
Incidenti che ci riportano alla realta’ di una vita costretta a fare i conti con un destino crudele.

Commenti

5

  1. Stefano Filippelli


    Ma che servizi fate? Parlate di destino, di strade, e poi a conclusione dite “Non c’è un perché”. Ma vi siete informati sulla dinamica delle’incidente? E la velocità in una strada circondata da edifici, velocità che ha fatto letteralmente disintegrare i due mezzi e fatto volare i poveri corpi lontano dove la mettete? Mai un parola contro chi fomenta nella gente la cultura della velocità. Che giornalismo! Complimenti.


    • Ci sono momenti in cui parlare e momenti x tacere ai perso un occasione x tacere.. Ci sono persone che alimentano odio e rabbia a prescindere non è sparlando su una tragedia che si risolvono i problemi io vedo tre famiglie distrutte. Poi determinate persone pagate dai cittadini si dovranno accollare soluzioni adeguate al problema mio caro onnipotente a quello che scrivi sei senza macchia.


    • Condivido il commento qui sopra, la causa del 99% deglinincidenti è il non rispetto dei limiti di velocità.


  2. Tutti col ditino alzato a giudicare,tutti senza macchia,con macchine e moto sempre tassativamente sui 50orari.A volte, meglio tacere o nn scrivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.