Violenza sulle donne: boom di casi in Versilia durante il lockdown

VIAREGGIO - Il lockdown ha provocato un'impennata di casi di violenza di genere anche in Versilia. Sono 28 le donne che si sono rivolte per la prima volta al centro antiviolenza della Casa della Donne nei mesi della quarantena.

- 1

La permanenza forzata in casa ha spinto il fenomeno tra le mura domestiche, spesso purtroppo davanti ai minori. Dal 1° gennaio al 15 giugno 90 donne si sono presentate allo sportello: 46 sono persone mai viste prima, casi mai presi in carico. Lunedì scorso addirittura quattro denunce in una mattinata. A queste si aggiungono le tante telefonate arrivate solo per informazioni, senza lasciare dati, i casi cosiddetti “invisibili”. Ci sono state anche quattro emergenze di violenza fisica, che hanno coinvolto anche il pronto soccorso e le forze dell’ordine.

Una tendenza che segue quella nazionale: il portale Dire ha registrato quasi l’80% in più di casi in Italia nel periodo del Covid. La Casa delle Donne di Viareggio dal 2001 a oggi ha dato aiuto a circa 2.200 donne da tutta la Versilia. Nonostante la chiusura dello sportello durante il lockdown, il servizio è andato avanti con contatti telefonici, scongiurando il ritorno di questi casi nel sommerso. Ma serve fare di più.

 

Commenti

1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.