Affari d’oro vendendo droga nel dark-web, condannato a 10 anni

TOSCANA - Un 28nne di origine ucraina è stato condannatoa 10 anni e a 50mila euro di multa dal gup di Firenze con l'accusa di aver fatto parte di un'associazione per delinquere con base anche a Lucca, che trafficava in ecstasy, cocaina, chetamina, metadone, Lsd, hashish e marjuana.

-

La droga, tra cui anche ecstasy, veniva trattata sul darknet – il web nascosto -, pagati in bitcoin per garantire l’anonimato e poi fatta viaggiare verso l’Italia con varie modalità, anche nascosta tra scatole di giochi per bambini. Il 28enne, che in passato a prestato servizio come poliziotto nel suo paese di origine, fu arrestato nell’agosto del 2019 insieme ad altri due presunti componenti del gruppo, al momento ancora a processo con rito ordinario. Un quarto malvivente è attualmente ricercato. Le indagini, coordinate prima dalla procura di Lucca poi dalla Dda di Firenze, hanno consentito di accertare decine di compravendite di droga, e sono scaturite da un sequestro all’aeroporto di Francoforte di 690 pasticche di ecstasy. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Lucca il gruppo criminale, attraverso una rete di ucraini all’estero con referenti in Olanda, in Germania, in Italia e nel paese d’origine, tra 2017 e 2018 avrebbe movimentato ingenti quantitativi di ecstasy, cocaina, chetamina, metadone, Lsd, hashish e marjuana

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.