Ritrovato senza vita il 18enne scomparso dopo un tuffo dal pontile

FORTE DEI MARMI – E' stato ritrovato a metà pomeriggio al largo, vicino alle boe, il corpo senza vita di Jones Akwasi Aboagye, il 18enne di origini ghanesi, scomparso nel mare dopo un tuffo dal pontile di Forte dei Marmi domenica pomeriggio.

-

Sono stati i sommozzatori a trovarlo, all’altezza del bagno Concetta, pochi stabilimenti a levante del pontile, 24 ore dopo essere stato inghiottito dal mare, spegnendo qualsiasi speranza sul destino del ragazzo,  arrivato in Versilia da Parma – dove risiedeva con la famiglia – insieme ad un gruppo di amici.

Le ricerche andate avanti per tutto il giorno non avevano portato novità, nonostante l’acqua limpida e l’assenza di onde. La dinamica dei fatti è tuttavia ancora al vaglio dei Carabinieri di Forte dei Marmi che stanno conducendo le indagini, ascoltando i compagni e i famigliari. E’ escluso al momento che il ragazzo sia stato spinto: il tuffo dalla balaustra in testa al pontile sarabbe stato volontario. Meno chiare le motivazioni del gesto: né il ragazzo né i suoi amici, da quanto appurato, sapevano nuotare.

Le ricerche, con il coordinamento effettuato dalla Direzione marittima della Toscana di Livorno, sono state eseguite sia con l’impiego di elicotteri che sulla superficie con motovedette della Guardia costiera e l’impiego di sub dei Vigili del Fuoco, dell’associazione sommozzatori Forte dei Marmi che hanno scandagliato il fondale.Quella dei tuffi dal pontile del Forte è un’usanza diffusa da sempre tra i giovani, benchè sia vietata da un’apposita ordinanza del Comune dal maggio del 2011. Dopo questa tragedia, sono in molti a chiedere all’amministrazoine di potenziare i controlli e la cartellonistica che evidenzi il divieto di tuffarsi dal pontile.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.