Boschi e verde: un patrimonio (occupazionale) da difendere e potenziare

MOLAZZANA - La CGIL provinciale si è ritrovata all'ombra dei secolari castagni del Parco del Sassone di Fobbia a Molazzana per parlare di Toscana ma soprattutto di Ambiente, Foreste e Territorio.

-

Una governance per la prospettiva e lo sviluppo del territorio toscano che è tra le regioni italiana a più alta superficie boschiva, e la nostra provincia non è da meno. Infatti la provincia di Lucca ha due terzi del suo territorio ricoperti di verde: è senza dubbio un dato confortante ma che nasconde anche molte insidie. L’altra faccia della medaglia è infatti un territorio in abbandono: negli ultimi decenni si è verificato lo spopolamento di massa della collina e della montagna abbandonando così un territorio alle sue criticità e fragilità.

La CGIL anche con questo convegno vuole rilanciare l’occupazione in questo settore con uno sguardo al futuro, quindi ai giovani, nel pieno rispetto ambientale.

L’incontro – aperto dal saluto del sindaco di Molazzana Andrea Talani – ha visto una nutrita partecipazione nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19 con l’intervento di molte autorità, tra gli intervenuti anche l’assessore Regionale Marco Remaschi e il segretario Flai Cgil Toscana Gianluca Giussani che ai nostri microfoni ci ricorda i numeri dei lavoratori del settore foreste in ambito regionale.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.