Il settore della ristorazione si ribella alle parole del vice ministro Castelli

PROV. DI LUCCA - Una lettera sottoscritta da circa 50mila ristoratori italiani, anche toscani e lucchesi, a seguito della dichiarazione rilasciata del Vice-ministro dell'economia Laura Castelli al TG2. La Castelli ha detto " Pochi clienti ? Aiutiamo i ristoratori a cambiare attività".

-

I ristoratori non accettano ulteriori scivoloni mediatici che mettono alla gogna e in ancora più grave difficoltà un intero comparto che rappresenta il 13% del Pil dell’economia nazionale. Aggiungono di non aver mai chiesto clienti al governo bensì sostenibilità per le riaperture. Molte attività hanno riaperto consapevoli che gli incassi spesso non coprono i costi. Finora, prosegue la lettera, ci siamo trovati con un pacchetto di promesse su promesse ancora non mantenute. Il settore – conclude la nota – ha bisogno di fatti concreti, poi eventualmente si potrà parlare di ristorazione 4.0.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.