La sanita’ ha detto grazie alle donazioni che hanno raggiunto quasi i 4 milioni

TOSCANA - Tanti, tantissimi soldi che sono serviti a salvare molte vite. Ammonta a 3.866.813,25 euro la solidarietà manifestata da cittadini, aziende, enti, associazioni agli ospedali e alle strutture sanitarie dell'Asl Toscana nord ovest ai tempi del Covid 19.

-

In tutto il territorio di competenza dell’azienda la vicinanza agli operatori sanitari si è espressa in tanti modi tra cui le donazioni, in denaro o attrezzature. Le donazioni in denaro – ha spiegato la direttrice generale Maria Letizia Casani – hanno raggiunto la cifra di un milione e 240.876,96 euro, mentre le donazioni in attrezzature valgono 2 milioni e 625.936,29 euro. Poi da parte della dirigente il ringraziamento ad ogni singolo donatore a nome dell’Azienda e di ogni singolo medico, infermiere, Oss e dipendente, il cui lavoro di squadra è stato determinate per contenere il virus. Le attrezzature ricevute sono state destinate agli ospedali per i quali erano state donate, mentre con le donazioni in soldi sono stati acquistati strumentazioni mediche, macchine diagnostiche, dispositivi di protezione, attrezzature e device digitali che hanno completato le dotazioni ospedaliere e hanno permesso sia di potenziare l’assistenza a tutti i pazienti nel periodo Covid, sia di renderla più efficiente oggi. Nella provincia di Massa Carrara le donazioni in attrezzature hanno raggiunto quasi 221 mila euro e hanno riguardato in particolare nuovi ecografi e ventilatori. In Versilia sono stati donati soprattutto ventilatori polmonari, tomografi, elettrocardiografi, videobroncoscopi, ecografi per un totale di oltre 450mila euro, mentre con i 371.697 euro in cotanti sono stati acquistati analizzatori di tamponi Covid, ecografi, centrali di monitoraggio per terapia intensiva. Per l’ambito di Lucca e della Valle del Serchio le donazioni in attrezzature hanno superato il milione e 355 mila euro che sono serviti per letti per terapia intensiva, un ecocardiografo, ecografi portatili, video laringoscopi, monitor, defibrillatori, ventilatori, sistemi ecografici polmonari e con i 257.423 euro in contanti sono stati comprati sistemi di monitoraggio delle malattie infettive, elettromiografi, elettrobisturi, sistemi di ozonoterapia, mascherine, spirometri e altre strumentazioni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.