Plastica e polistirolo a fuoco al centro Ersu: “Al momento nessun rischio per ambiente e salute”

PIETRASANTA - Non sono stati ravvisati rischi né per la salute né per l'ambiente a seguito dell'incendio scoppiato nel tardo pomeriggio di martedì all'impianto di raccolta dei rifiuti di via Colmate al Pollino, all'interno del sito del dismesso inceneritore di Falascaia.

-

Gli accertamenti eseguiti in mattinata da Arpat e dalla Asl hanno confermato quanto già appurato nell’immediatezza dei fatti: non sono emerse infatti criticità nè pericoli sia sul fronte sanitario che ambientale.

Un densa colonna di fumo nero si era alzata in cielo generando grande preoccupazione tra i residenti. A bruciare – ha fatto sapere il Comune di Pietrasanta – è stato principalmente polistirolo stoccato temporaneamente nella piazzola dei rifiuti non pericolosi per essere successivamente trasferito e smaltito. Il sindaco Alberto Giovannetti è tornato a verificare la situazione.

I Vigili del Fuoco, intervenuti sul posto insieme alla Polizia Municipale e ai Carabinieri, hanno spento in poco tempo il rogo che non ha interessato le strutture dell’impianto, gestito da Ersu, tornato a lavorare già mercoledì mattina. Quanto alle cause la società dei rifiuti ha affermato che “l’incendio si è generato per autocombustione interessando circa 3-4 metri cubi di multimateriale”, precisando che “nessuna matrice ambientale – acqua, aria e terra – era stata contaminata”.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.